Assemblee di condominio in presenza: lecite con prudenza, lo dice il ministero dell’Interno

Assemblee di condominio in presenza: lecite con prudenza, lo dice il ministero dell’Interno

Non sono congressi o convegni ma riunioni private e quidi si possono svolgere:lo dice il ministero dell’Interno nella circolare del gabinetto del ministro N. 15350/117/2/1 Uff.III-Prot.Civ. firmata il 20 ottobre.

Nel testo viene specificato a pagina 5 che «Le riunioni private sono ancora consentite in presenza, sebbene il loro svolgimento da remoto sia fatto oggetto di una forte raccomandazione. Si precisa che la distinzione fra riunioni private ed attività convegnistiche e congressuali, il cui svolgimento in presenza è sospeso, è da ascrivere ad alcuni elementi estrinseci, quali il possibile carattere ufficiale dei congressi e dei convegni, l’eventuale loro apertura alla stampa e al pubblico, il fatto stesso che possano tenersi in locali pubblici o aperti al pubblico. Elementi questi assenti, in tutto o in parte, nelle riunioni private, come, ad esempio, nelle assemblee societarie, nelle assemblee di condominio, ecc..».

Sono quindi da osservare le precauzioni come mascherine, distanziamento e sanificazione ma le assemblee, in quanto riunioni radicalmentee diverse da congressi e convegni (che in sostanza sono “pubblici” per definizione e quindi sospesi) possono essere convocate.